Biblioteca digitale – Digital Bodleian

Le collezioni della Bodleian Library

Anche gli inglesi si sono ormai inseriti a pieno titolo nei progetti di digitalizzazione di libri, manoscritti, fotografie, mappe, lettere e quant’altro. Sebbene meno numerosi di quelli dei loro cugini americani, i loro progetti e le loro iniziative editoriali si rivelano sempre più attraenti e interessanti.

Ho scoperto per caso la Digital Bodleian, un progetto che convoglia on line il materiale proveniente dal consorzio delle biblioteche aggregate alla prestigiosa e antica biblioteca (seconda solo alla British Library) e all’Università di Oxford.

Stando alla presentazione del sito, il portale on line afferma:

le collezioni delle Biblioteche Bodleiane sono straordinarie e significative, sia dal punto di vista scientifico sia come materiale che ha una ricchezza storica ed estetica che ha valore per gli utenti non accademici. Ogni anno le Biblioteche servono più di 65.000 lettori, oltre il 40% dei quali provenienti da oltre l’Università, mentre le sue mostre, acclamate dalla critica, attirano quasi 100.000 visitatori all’anno. Nel tentativo di rendere accessibili porzioni delle nostre collezioni ad un’ampia varietà di utenti provenienti da tutto il mondo per l’apprendimento, l’insegnamento e la ricerca, le biblioteche Bodleian hanno digitalizzato i contenuti delle biblioteche per quasi vent’ anni. Il risultato sono oltre 650.000 oggetti digitali liberamente disponibili e quasi un milione di immagini in attesa di essere rilasciate.

Ho esplorato un pò il sito, e vi sono decine di collezioni dedicate a vari argomenti : mappe, manifesti, cartoline, giochi per bambini, libri, lettere, testi antichi, materiale proveniente dall'(ex) impero. Le immagini sono ad alta definizione, e il materiale liberamente consultabile.

La disposizone delle collezioni all’interno del portale è molto simile a quella adottata da Europeana, mentre per la consultazione dei libri, una volta cliccato all’interno della string Search, si può raffinare la ricerca per Paese, lingua ecc.

Considerate le dimensioni della Bodleian Library, la Digital Bodleian diventerà presto un colosso e un punto di riferimento per ricercatori, appassionati e curiosi.

Vale veramente la pena di passarci un po’ di tempo:

http://digital.bodleian.ox.ac.uk/#

Precedente John Foot - La "Repubblica dei matti" Successivo Un portale sulla medicina durante la prima guerra mondiale