BiASA – Periodici italiani digitalizzati

BiASA – Periodici italiani digitalizzati

In collaborazione con la Biblioteca di Archeologia e Storia dell’arte di Roma il Ministero dei Beni Culturali ha digitalizzato 117 riviste e periodici di testi inerenti la materia pubblicati tra il XVIII e il XX secolo.

Naturalmente, data la natura del fondo, la maggior parte delle riviste ruota attorno ai mondi dell’arte e dell’archeologia. Il fatto di poterle seguire nel corso del tempo e quindi nel mutare degli interessi e degli argomenti rende prezioso di per sé questo insieme di periodici. Ma è un corpo di riviste prezioso anche er gli studiosi di architettura: il numero dei periodici specializzati in questo campo è di otto, quasi tutte pubblicate durante il ventennio fascista.

Sfogliando l’elenco si trovano anche periodici di altra natura e di altro genere. Importanti sono alcune raccolte di atti di quelle Accademie che,  nel corso dell’800 tanta importanza hanno rivestito nell’elaborazione e nella custodia della cultura e in cui prestigio, come l’Accademia dei Lincei, è rimasto inalterato fino ai giorni nostri.

Sono presenti anche periodici dedicati alla numismatica, alla paleontologia, alle Opere Pubbliche e di altro genere ancora. Ad esempio vi sono alcuni periodici pubblicati dai Municipi: è il caso di Capitolium dell’amministrazione comunale di Faenza (città importante per l’arte ceramica) (dal 1913 al 1930) o di Roma (dal 1925 al 1976), per la quale è presente anche una Piccola Guida Mensile (1926-1936)

In conclusione si può dire che, nonostante il progetto sia fermo da qualche tempo, si tratta comunque di un valido contributo, soprattutto per quegli studenti che hanno difficoltà a raggiungere le bibliotehce maggiori.

Buona consultazione: BiASA – Periodici Italiani digitalizzati

Precedente Arte come storia - Un sito francese - INHA Successivo Un portale per la Storia Sociale